Cosa mettere in Valigia #summertrip

Questo post è frutto di una giornata di lavoro e ricerca, quindi, cari lettori, vedete di assaporarne ogni dettaglio.
Tra pochi giorni parto, per la tanto lontana Calafrica. Saremo a Cropani Marina, località di cui vi avevo già parlato QUI.
Un viaggio suddiviso in due giorni, perchè andiamo in macchina, col cane. Sì, ci piace soffrire, ma prima di farlo, dobbiamo studiare a pennello le valigie, contare i capi in modo che non facciano il tonfo esplosivo quando li appoggi nel bagagliaio.

Quindi accendete i radar e guardate con attenzione cosa DOVETE PORTARE per mantenere salda la vostra nomea di stiloso/a, anche in vacanza e con 40° all’ombra.

backpack
Leggi tutto

How to make a tie-dye shirt

Ciao ragazzi,
Oggi vi mostro, tramite qualche autoscatto nella mia camera da letto, il mio ultimo esperimento con la mia amica Candeggina.
L’oggetto in questione è una camicia, arrivata dall’ultimo swap party (e per precisione dall’armadio di Marta, che la vedrà per la prima volta sbiancata, haha).
E’ molto semplice riprodurre l’effetto tie-dye sul jeans, ma lo stesso vale per gli altri tessuti naturali come il cotone.
Vi basta riempire un secchio di acqua e candeggina – quest’ultima tanta quanta avete intenzione di sbiancare il vostro capo, e immergere il vostro pezzo solo nella parte interessata (in questo caso fine delle maniche e della camicia).
Dopo un’oretta andate a controllare se lo sbiancamento ha raggiunto il vostro livello desiderato: in caso contrario aggiungete altra candeggina. Nel caso in cui desideriate lo stacco netto di colore, vi consiglio di usare esclusivamente candeggina senza acqua: occhio a non inalarla e soprattutto a non macchiarvi i vestiti (basta una goccia per sbiancare senza ritorno i vostri capi).
Dopo aver risciaquato il vostro capo, mettetelo a lavare in lavatrice senza altri pezzi.
Vi piace l’effetto?

Hi everybody,

Today I would like to speak about my old shirt, arrived from the last swap party (from the Marta’s wardrobe)
This is the proof of one of my experiments with the bleach. It’s very simple to do it!

Just put in a big bucket water and bleach as you want to bleach your shirt (but you can try with all your wardrobe.. Just take one piece for time, it’s better so you can seen how the colour will fade!)
Then, dip your shirt only in the end, the same also for the sleeves. Wait aproximately one hour and then check if the bleaching is ok.

Wash your item in a washing machine without other pieces.

And.. Ta-daaan! You finally have a new piece in your wardrobe to wear! This treatment is cool also for jeans!

6 2  4 5 1 8 7

L’ultima foto è da vera idiota per bilanciare la serietà delle altre :)
Beth

Tutorial: sedie da Fashion Victim!

Tutorial: cardboard chair
Only for fashion victim!
You need:
a cardboard chair
glue spray
A lot of old fashion magazines to cut
…patience :)

Le sedie in questione sono di cartone e pieghevoli. Ma mancavano di sapore, di quel non so che di cui io e Beth siamo sempre alla ricerca.
Devo essere onesta con voi: all’inizio ero vagamente scettica sul risultato, ma poi mi sono dovuta ricredere, perchè sono diventate degli autentici pezzi d’arredamento da Fashion Victim.
Ciò che vi occorre per iniziare e rendere qualsiasi superficie in grado di diventare più collosa e resistente di una ventosa, è la supercolla spray di Beth:

Ricordatevi di ricoprire il vostro piano di lavoro, o rischiate di rendere appiccicaticcio tutto ciò che vi circonda.

L’ingrediente fondamentale sono le riviste. Certo è facile scaricarsi da internet le immagini, ma vuoi mettere la soddisfazione e il piacere di sfogliare dei giornali che avete comprato mesi fa e di cui non ricordavate nemmeno il contenuto?
Grande è la quantità di tempo che perderete in quest’operazione, ma è impagabile la soddisfazione di avere in mano tutti quei ritagli, sapientemente adoperati con le vostre forbici dalla punta arrotondata (art attack docet!).


Ciò di cui stiamo parlando è vero e proprio Découpage, di quello fatto in casa; pochi elementi e rendimento garantito.

Ed ecco a voi il risultato di un pomeriggio di dita incollate e ritagli di giornale sparpagliati in ogni dove:

A presto il tutorial sulla scrivania abbinata!

Divertitevi e non annoiatevi mai.
Marta.

Fare danni con la vernice (fluo)

Un tutorial riuscito male, potrei chiamarlo. Eppure il mio ‘danno’ della settimana mi piace. Tant’è vero che l’ho già indossato sabato sera, appuntamento in cui sfoderi il meglio del tuo armadio.

Io non sono fatta per i lavori di precisione, per il semplice fatto che quando decido che voglio una cosa, la voglio subito (saltando passi importantissimi di cui vi parlerò sotto).

Avevo questo paio di tronchetti troppo invernali e anonimi da rispolverare. Hanno una linea perfetta oltre ad essere davvero comodi.

La mia voglia di fluo in questi giorni mi sta condizionando la vita al punto da comprare uno spray per la carrozzeria giallo fosforescente. Brilla addirittura al buio, ho notato. Beh.. E cosa farne di questa bomboletta? Coloriamoci le scarpe, così tanto per testarla.

Io SAPEVO che prima di passare un qualsiasi colorante su un materiale che non sia carta ci andrebbe il primer  e SAPEVO anche che, una volta asciugato il colore, sarebbe meglio fissarlo con un fissativo, per l’appunto. Beh, erano questi i passaggi che ho saltato di cui vi parlavo prima.

Però almeno ho coperto le zone da non colorare, come zip e interno.

Il risultato (attribuisco le colpe ai residui grassi di lucidante per scarpe) è un fantastico tie dye fasullo.

Un po’ graffiate sono ancora più aggressive! Roar! Non so a voi, ma io le amo. (E poi brillano davvero al buio, lo vedete?)

Beth

Customizzare un vecchio blazer

Avevo una vecchia giacca nera di Carla G che mi aveva stufato. I bottoni di plastica, le spalle spioventi… Ho trovato una soluzione.

Ho staccato da un vecchio abito dei decori stile militare da applicare alle spalle.

Da un’altra vecchia giacca ho rubato i bottoni, molto preppy style, per sostituire quelli di plastica, troppo anonimi.

In merceria ho trovato questa passamaneria stile Chanel, che ho applicato alle tasche.

Da un’altra vecchia maglia ho staccato le catene, che ho cucito sotto la spallina, in modo da farle cadere sul braccio.

Ta-taaan! Ecco il mio nuovo, stilosissimo blazer. Volete provarci?
Beth