Hammam Nour: una giornata che vale una vacanza

slide1ham

Un’esperienza sensoriale che vale una vacanza. Sto parlando della mia giornata come ospite dell’Hammam Nour di Torino, che mi ha letteralmente rimesso al mondo. Che di questi tempi, in cui i fidanzati latitano e il lavoro aumenta, non è poco. L’ambiente è elegante e curato e sono rimasta piacevolmente colpita dalla quantità di trattamenti che offrono. Ce n’è davvero per tutti i gusti e le esigenze: dal percorso più tradizionale con sauna e hammam ai massaggi aromaterapici fino ai rituali personalizzati tipo quelli dedicati alle coppie oppure alle future spose in cerca di una pausa di relax.

11116162_10206168948572222_962221554_n

Consigliatissimo il rituale con il sapone nero, che comprende l’ingresso a tutte le stanze con l’assistenza dei maestri di hammam che eseguono i rituali dello scrub con questo sapone speciale e il guanto di Kessa. A seguire doccia emozionale e poi un incredibile massaggio con Olio d’Argan o burro di karitè che coinvolge tutti i sensi. In pratica, un’oasi di benessere. Per finire in bellezza si può gustare una profumata tisana godendo del contesto confortevole e rilassante.

Da provare anche i diversi rituali per il viso, per cui non c’è che l’imbarazzo della scelta: da quello rigenerante con caviale e collagene marino a quello purificante con maschera peel off e massaggio, da quello superidratante al melograno a quello drenante al fango di bamboo. Per non parlare di quello più lussurioso alla cioccolata, che la prossima volta voglio provare! D’altra parte, se inventano un tipo di cioccolato che non ha calorie, non posso mica non testarlo, no?!

Un altro plus di questo hammam nel cuore di Torino sono i numerosi eventi che organizza, sia in collaborazione con altre realtà che all’interno della struttura, proponendo tariffe promozionali per farsi conoscere che sono davvero alla portata di tutti. Per esempio, la prima domenica del mese pagate meno; in tempi precari come i nostri, non si può che apprezzare uno sconto!

CONTACT:

Hammam Nour

Via Luserna di Rorà, 8

10139 Torino (TO)

info@hammamnour.it

http://www.hammamnour.it/

c700x420 1 (1)

 a_Fotor_Collage

Largo IV Marzo: minuscolo paradiso nel centro di Torino

5 anni fa, quando mi trasferii a Torino per studiare, vivevo in un appartamento in via Garibaldi. Andavo a fare la spesa a Porta Palazzo, tra i colori e i profumi di uno dei più famosi mercati d’Italia, mi perdevo tra i vicoli del quadrilatero e scovavo negozietti nuovi ogni giorno. Oggi ho deciso di rivivere quelle emozioni pranzando in uno dei luoghi più suggestivi del centro, che deve la sua bellezza anche alla tranquillità e al silenzio (strano, di sabato). Largo IV marzo, piccola piazzetta che si apre sull’omonima via, ha un sapore medievale, interrotto dai profumi provenienti dalle piccole trattorie che aspettano silenziose l’arrivo di nuovi clienti.

E’ così che scoprirete con allegria l’esistenza dei ristoranti Cianci, Trattoria Spirito Santo, Daiichi (vabbè, non proprio tipico piemontese, perchè giapponese); spostandovi sulla stessa via scorgerete solo l’ingresso di Luce e Gas. Ma analizziamoli in ordine:

5 years ago, when I moved to Turin to study, I lived in an apartment on Via Garibaldi. I went shopping at Porta Palazzo, the colors and scents of one of the most famous markets of Italy, I was lost in the alleys of the quadrilater area and I found new shops every day. Today I decided to relive those emotions having lunch in one of the prettiest spots in the center, which owes its beauty to the quiet and silence (strange, on Saturday). Largo IV  Marzo, a small square that opens the homonymous street, has a medieval flavor, discontinued to the perfumes from small restaurants that waiting the arrival of new customers.

And so happily discover the existence of the Cianci restaurants, Trattoria Holy Spirit, Daiichi (oh well, not exactly typical Piedmontese, because it’s Japanese) by moving on the same street you will see only the input Luce e Gas. But analyze them in order:

Cianci (piola caffè, ristorante)
Cianci (piola cafe, restaurant)

E’ il locale che abbiamo scelto per sfamarci oggi! Dalle sue numerosissime recensioni on line mi aspettavo qualcosa di più rispetto all’elaborazione dei piatti. Ho scelto un primo di tajarin con porri, cavolfiori e castelmagno e pensavo di assaggiare un sugo di formaggio fuso con un soffritto di porri e un’aggiunta di cavolfiori, invece il ‘finto castelmagno’ era grattugiato e il piatto assomigliava di più ad una zuppa. Il mio ragazzo ha scelto un secondo di lonza con salsa di senape, che a vista sembrava più una fettina di vitel tonné: porzione davvero piccola. Nel complesso, per i prezzi bassi (4 euro gli antipasti, 5 i primi, 6 i secondi) e il servizio piuttosto veloce non ci siamo lamentati. Magari riproveremo: visto che è sempre così pieno ci sarà un motivo, no?

This is the place we chose to feed us today! From his numerous reviews online I was expecting something more than the elaboration of the dishes. I chose a first dish: tajarin with leeks, cauliflower and castelmagno cheese, and I thought to try a cheese sauce with sauteed leeks and an addition of cauliflower, but the ‘fake castelmagno’ was grated and the dish looked more like a soup . My boyfriend chose a loin with mustard sauce, which seemed to view a slice of vitel tonné: very small portion. Overall, for low prices (4 euro starters, the first 5, 6 seconds) and the service pretty fast we have not complained. Maybe we can try again: since it’s always so full there is a reason, right?

Trattoria Spirito Santo

Mi ricordo di questo locale perchè un giorno un signore (il proprietario) mi si è avvicinato lasciandomi il biglietto da visita del suo locale, chiedendomi di passare a provare! Sinceramente ancora non ho mantenuto la promessa, ma il menù di pesce mi attira (e dicono che le porzioni siano abbondanti).

I remember this place because one day a gentleman (the owner) came up to me and left me the business card of his club, asking me to go to try! Honestly I have not kept the promise, but the fish menu draws me (and some people say that the portions are generous).

Daiichi (ristorante giapponese)
Daiichi (japanese restaurant)

Estetica geometrica, sobria e pulita. Cucina giapu e thai, anche da asporto. Dal sito potrete vedere le foto dei piatti, serviti con cura ed eleganza: in questo momento le sto sfogliando e giuro di avere la pancia che brontola.

Geometric aesthetic, clean and sober. Giapu and Thai cuisine, also for take away. From the site you can see photos of the dishes, served with care and elegance. In this moment I’m flipping through and I have the stomach rumbling.

Luce e Gas


Di questo locale ve ne avevo già parlato qui, ma lo rinomino dandogli un ‘premio’ per la zona scelta. Dall’esterno sembra piccolissimo, in realtà si compone da due ampi piani, musica chill-out, luci soffuse, menù da tutto il mondo. Da andare anche solo per un mojito nel dopocena.

I had already talked about this place, but I renamed it for giving it a ‘prize’ for the area chosen. From outside it looks tiny, actually consists of two large floors, chill-out music, soft lighting, menus from all around the world. To go even for a mojito after dinner.

Vicino a quest’ultimo locale, ce n’è un altro da scoprire: un hair stylist che ha in vetrina tutto quello che un parrucchiere non dovrebbe avere: condom coloratissimi a forma di drago, un cane (vero) che fa la guardia, accessori in gomma di Mnmur e sagome in cartone del Laboratorio Zanzara di Torino. Loro sono Luisa e Franchino e hanno una filiale anche nella mia amatissima via Bonafous.

Near this room, there’s another one to discover: a hair stylist who has in his showcase everything that a hairdresser shouldn’t have: colored condoms in the shape of a dragon, a dog (true) that guards, rubber‘accessories of Mnmur and cardboard silhouettes of Laboratorio Zanzara in Turin. They are Luisa and Franchino and also have a branch in my beloved street Bonafous.

Via IV marzo sfocia nella piazza del Duomo, dove in tanti pellegrini vengono per vedere la sindone: piazza San Giovanni ha una vista splendida, incorniciata dalle Porte Palatine e dai giardini di Piazza Cesare Augusto. La piazza comunica direttamente con Piazza Castello ed è madre della galleria d’arte Cristiani e dell’hammam Beldì.

Street IV in March results in Cathedral Square, where many pilgrims come to see the shroud: Piazza San Giovanni has a splendid view, framed by the Palatine Hill and the gardens of Piazza Cesare Augusto. It communicates directly with the square Piazza Castello and is the mother of Christian art gallery and the hamam Beldì.


In stretta liasion è la prima galleria commerciale del Regno d’Italia, la galleria Umberto I, luogo di passeggio dei signori e delle dame dell’epoca, che nelle vetrine potevano ammirare abiti all’ultima moda parigina, stoffe, oggetti d’arte e preziosità provenienti da tutto il mondo.

Here there is the first mall of the Kingdom of Italy, the Galleria Umberto I, walking place of the lords and ladies of the time, that in the windows could see the Paris-end clothing, textiles, objects d’art and preciousness from around the world.

Non conoscevate questa zona di Torino? Smettetela di frequentare solo Via Roma e divertitevi da queste parti (dove, peraltro, oggi stavano girando un film, ho sbirciato ma non so dirvi altro…)

Did not know this area of Turin? Stop to walk only in Via Roma and have fun around here (where, however, were filming a movie today, I peeked but I can not tell more …)

Beth