Splendida Splendente (grazie Liz Earle!)

superskin_range

Non so da voi ma qui a Torino il caldo ha raggiunto livelli record. Per fortuna alla mia sanità mentale ci pensa il terrazzo che ormai è diventato la mia seconda prima casa e alla mia pelle fortemente provata dalle temperature da Sahara ci pensa Liz Earle.  Ho avuto infatti la possibilità di testare in anteprima alcuni prodotti e devo dire che se funzionano in quest’estate allucinante allora sono proprio buoni!

Liz Earle, lanciato 17 anni fa su QVC UK, è oggi uno dei marchi più apprezzati da milioni di donne e finalmente ho avuto l’occasione di testarlo anche io.  Ho provato infatti “QVC Italia Heroes – Estate Radiance Skincare Collection”, il nuovo kit in vendita dal 13 luglio sul canale e su www.qvc.it per preservare la giovinezza e la bellezza della pelle. Il marchio quest’anno compie ben 20 anni e questo cofanetto è il modo migliore per festeggiare:  nel kit ci sono alcuni dei prodotti delle linee che hanno iniziato la serie nel 1995 , tra cui l’Esfoliante Viso delicato e la maschera Deep Cleansing – i trattamenti ideali per l’estate per mantenere la pelle fresca e idratata.

L’esfoliante mi lascia ogni volta il viso più morbido e levigato, come rinnovato; la maschera aiuta a eliminare le impurità grazie ad ingredienti naturali come argilla verde, miele di manuka, propoli, geranio e rosa profumata.

In definitiva quindi vi consiglio di provare questo kit, soprattutto in questa stagione in cui la pelle ha bisogno di una dose extra di coccole: vedrete che risultati fin dalle prime applicazioni!

creme liz earle

 

Hammam Nour: una giornata che vale una vacanza

slide1ham

Un’esperienza sensoriale che vale una vacanza. Sto parlando della mia giornata come ospite dell’Hammam Nour di Torino, che mi ha letteralmente rimesso al mondo. Che di questi tempi, in cui i fidanzati latitano e il lavoro aumenta, non è poco. L’ambiente è elegante e curato e sono rimasta piacevolmente colpita dalla quantità di trattamenti che offrono. Ce n’è davvero per tutti i gusti e le esigenze: dal percorso più tradizionale con sauna e hammam ai massaggi aromaterapici fino ai rituali personalizzati tipo quelli dedicati alle coppie oppure alle future spose in cerca di una pausa di relax.

11116162_10206168948572222_962221554_n

Consigliatissimo il rituale con il sapone nero, che comprende l’ingresso a tutte le stanze con l’assistenza dei maestri di hammam che eseguono i rituali dello scrub con questo sapone speciale e il guanto di Kessa. A seguire doccia emozionale e poi un incredibile massaggio con Olio d’Argan o burro di karitè che coinvolge tutti i sensi. In pratica, un’oasi di benessere. Per finire in bellezza si può gustare una profumata tisana godendo del contesto confortevole e rilassante.

Da provare anche i diversi rituali per il viso, per cui non c’è che l’imbarazzo della scelta: da quello rigenerante con caviale e collagene marino a quello purificante con maschera peel off e massaggio, da quello superidratante al melograno a quello drenante al fango di bamboo. Per non parlare di quello più lussurioso alla cioccolata, che la prossima volta voglio provare! D’altra parte, se inventano un tipo di cioccolato che non ha calorie, non posso mica non testarlo, no?!

Un altro plus di questo hammam nel cuore di Torino sono i numerosi eventi che organizza, sia in collaborazione con altre realtà che all’interno della struttura, proponendo tariffe promozionali per farsi conoscere che sono davvero alla portata di tutti. Per esempio, la prima domenica del mese pagate meno; in tempi precari come i nostri, non si può che apprezzare uno sconto!

CONTACT:

Hammam Nour

Via Luserna di Rorà, 8

10139 Torino (TO)

info@hammamnour.it

http://www.hammamnour.it/

c700x420 1 (1)

 a_Fotor_Collage

4 passi su Instagram (e sulla Pelle): #garniermiracle

garnier miracle skin cream

#surprise from #garnier! <3

Ho 26 anni. Tra pochi mesi, sfortunatamente, 27. Come ad ogni età, i più adulti mi dicono ‘Beata te che sei giovane, di cosa ti lamenti’, mentre mia sorella di 14 anni inizia a guardarmi da un’ottica più preoccupata.
Devo essere sincera: dai 18 in su è una tragedia. Da qualche mese a questa parte sto cercando di autoconvincermi che crescere non vuol dire per forza invecchiare, ma che ogni anno porta con sé maturità, esperienza e bagaglio culturale. L’importante è farlo con consapevolezza e cura di sé (che sovente mi manca).
Per fortuna Garnier mi ha letta nel pensiero, spedendomi una beauty box che sembra sussurrare ‘Elisabeth, prenditi cura della tua bellezza con i nostri prodotti’.
Garnier, intanto ti ringrazio dal profondo del mio cuore perché amo le soprese. Poi, se si tratta di una coccola, cosa che mi concedo molto raramente, non posso che essere felice.
Leggi tutto

3 fashion bloggers uomo coi quali vorrei sposarmi

1301091573
Il titolo è ironico. Pensate seriamente di fidanzarvi con un fashion blogger.
Immaginate la mattina dopo la prima notte insieme. Questa è la scena che mi visualizzo.
Lui si sveglia prima di voi in preda al panico: ha dormito senza il pigiama a righe di Tommy Hilfiger, proprio per una dannata volta che poteva farlo vedere a qualcuno ed immortalarlo su Instagram accompagnato da un tag tipo #aftersex. Leggi tutto

Cosa fare nel week-end

Puntualmente, dopo il fatidico venerdì, arriva quasi per tutti, il week-end di relax.
Peccato che, il sabato mattina, già siamo nel panico perchè non sappiamo come passare la giornata.
tumblr_lefdln4wiE1qe3pm6o1_1280

Qualche idea?

Leggi tutto

Preview: Milano Fashion Week #instagram

Gli impegni durante la settimana non mi hanno permesso di fermarmi più di un giorno alla Fashion Week milanese, appuntamento tanto atteso per noi bloggers che facciamo le ‘veci’ per portarvi all’interno di qualche showroom e sfilata.
Abbiamo sognato dal vivo ed ad occhi aperti; questo ci permette ora di trasmettervi le nostre sensazioni riguardo la moda che verrà!

Questa settimana era dedicata alla moda femminile del prossimo inverno.
Silk and Scissors è stata nella capitale della moda il giorno mercoledì 20, assistendo alle sfilate di Fatima Val e Paola Frani, insultando i p.r. di Simonetta Ravizza (dopo vi spiegherò il motivo) e divertendosi tra stand di make-up e hair-style!

Con chi sono andata a Milano?
Con le mie carissime amiche e bloggers Silvia di The Light Blue Eyes, Giulia di One More Addiction e Chiara di The Fashion Suburbs.

Cos’è successo da Simonetta Ravizza?
Abbiamo ricevuto l’accredito per la sfilata. Abbiamo atteso mezz’ora in fila. Lo show era già iniziato quando i p.r. si sono accorti che ”qualcuno” (probabilmente una ventina di persone) sono entrate con la semplice stampa cartacea dell’invito (grazie, non ci va molto a fare due fotocopie), lasciando letteralmente a piedi chi era in lista. Ciao, siete stati veramente il peggio dell’organizzazione.
Dopo aver girato per le sfilate, ci siamo divertite tra gli stand aperti al pubblico di Limoni, Testa Nera e Canon. Giulia si è innamorata del suo parrucchiere, Silvia dello smokey eyes blu notte che le hanno disegnato perfettamente sugli occhi, e Chiara ha fatto un milione di foto (che pubblicherò a breve.

Qui trovate qualche fotina ricordo scattata con Instagram..

IMG-20130221-WA0004

Leggi tutto

Gallipoli: nuova capitale del divertimento italiano

Ormai sono da quasi un mese in ferie, come avrete dedotto dalla mia assenza su Silk and Scissors. Ora mi trovo in Puglia, in un paese non lontano da Gallipoli: arrivata qui per ammirare le bellezze del Salento e anche per assaporare la movida di questa nuova cittadina dei giovani.

Sì, è proprio come mi aspettavo (anzi, forse pure meglio): una serie di lidi fashionisti, musicali e allegri ricoprono il lungomare della costa salentina. Non sono i soliti bagni con ombrelloni, perchè, dalle 18 in poi, cambiano veste ed iniziano a ballare. Mani verso il cielo, piedi sulla sabbia finissima, mare alle spalle: questa sì che è una nuova concezione di pista da ballo. No agli abiti: si salta in costume (ecco, finalmente una buona occasione per sfoderare quel trikini dorato che era finito in fondo al cassetto), capelli al vento, occhiali da sole in testa. Forse non ai livelli di Ibiza per la scelta musicale, ma il divertimento è assicurato. Anche perchè la costa salentina è un’ottima piazza per conoscere ragazzi e fare boy-watch: fisici allucinanti a gogò! Gli stili si fondono.. Si va dal fighetto milanese al Raz Degan selvaggio, dalla pin-up formosa alla pazza tatuata. Musica commerciale ma anche house, elettronica. Basta scegliere il lido per i propri gusti. Qui di seguito quelli che ho provato, a Baia Verde. Per arrivare ai locali, parcheggiate sul lungo mare e proseguite a piedi. I lidi sono uno dopo l’altro (e avete così la possibilità di scegliere in base al primo impatto).

Zeus

L’estate 2012 Zeus è firmata da un’organizzazione torinese, la One Night Fashion, rinomata nella mia città per le serate dall’aperitivo al mattino. Ci sono stata di lunedì e mi sono letteralmente immersa nella movida tra cocktails, musica ballerina e sabbia dorata. Ho ballato come una matta con finale di ”stacchetto” in acqua. Non dimenticate il costume!

Zen

Ci sono stata due giorni fa. Prendo un coctkail assetata e mi dirigo verso la ‘pista’ (che altro non è che il bar sulla spiaggia) e mi arriva una gettata di acqua seguita da spumante in testa (colpa del 60 enne animatore armato di pistola ad acqua e dei bauscia con le bottiglie di champagne da finire). Sulla terrazza ci sono i tavoli da prenotare per far diventare ancora più magica la tua serata e spruzzare sui poveri accaldati di sotto! Un bordello di gente, ma che Gente!

Bikini

E’ forse il primo locale visibile di Baia Verde. Specchi ovunque, gusto raffinato. Forse meno popolato degli altri locali; dovrebbero sfruttare meglio le public relations perchè il posto ha una buona offerta!

Samsara

Il più rinomato dei ‘bagni’ di Baia Verde, tant’è che riesce a riempirsi (al contrario degli altri lidi, che chiudono con gli aperitivi) anche l’ultima settimana di agosto. La filiale di Napoli e delle tette finte. Se è il vostro genere.. Vi divertirete. Sinceramente non penso sia paragonabile, né come clientela, né come musica, allo Zen.

Lido Pazze

Molto più tranquillo e meno dispersivo, Lido Pazze è di fronte alla casa che abbiamo affittato. Collegato al suo hotel, è: musica di sottosfondo + arredamento all’avanguardia. Da andare anche nel dopocena per un softdrink con la lady. L’unico che ho testato che non si trova a Baia Verde, ma bensì a Torre San Giovanni, il paese dove ho affittato la villetta con gli amici.

In questo post vi ho parlato dei lidi, dove potete divertirvi senza l’obbligo della camicia, senza l’obbligo di spesa. Una serata easy fantastica per spaccarsi tra amici, ma anche per cuccare in totale libertà.

Nel prossimo farò qualche nome di ristorante testato + cittadine dei dintorni. Non ve lo perdete!

PS: sarò in vacanza fino al primo settembre, scusate la poca presenza ma mi sono totalmente rilassata! :)

Beth